SCOPRI TUTTI I PREMIATI DELL’EDIZIONE 2022

SCOPRI TUTTI I PREMIATI DELL’EDIZIONE 2022

I CEOforLIFE Awards sono un prestigioso riconoscimento assegnato ai CEO che hanno stabilito nuovi standard di eccellenza attraverso iniziative volte a un FUTURO migliore e più SOSTENIBILE.

I CEOforLIFE Awards sono un prestigioso riconoscimento assegnato ai CEO che hanno stabilito nuovi standard di eccellenza attraverso iniziative volte a un FUTURO migliore e più SOSTENIBILE.

Coniugare innovazione e rispetto dell’ambiente e della persona per una crescita economica inclusiva, attenta ad avere un impatto positivo sulla società: questi i temi su cui si sono confrontati CEO e Presidenti delle più importanti aziende italiane e multinazionali maggiormente impegnati sul tema della sostenibilità durante la Seconda Edizione dei CEOforLIFE Awards.

I CEOforLIFE Awards – che si sono tenuti presso la Luiss Guido Carli (Viale Pola, 12 – Roma) dal 17 al 23 maggio 2022 – hanno rappresentato l’occasione per valorizzare, condividere e amplificare le attività e i progetti per la vita dei CEO e delle Aziende in prima linea sul tema dell’economia circolare e dello sviluppo sociale. La prima settimana – dal 17 al 23 maggio p.v. – sarà dedicata alla SDGs Marathon durante la quale i CEO sono stati chiamati a raccontare la loro esperienza e le loro iniziative che hanno generato ricadute positive non solo in termini di business, ma soprattutto in termini di valore generato per la società e l’ambiente, secondo quanto stabilito dagli Obiettivi SDGs delle Nazioni Unite.

La giornata di apertura dell’evento – il 17 maggio – è stata dedicata alla presentazione alle Istituzioni del documento programmatico frutto del lavoro della prima annualità della CEOforLIFE PNRR Task Force, ovvero dei gruppi di lavoro tra CEO della Community e studenti della Luiss Guido Carli che ha portato all’individuazione di progetti in linea con le 6 missioni del PNRR strategici per il rilancio del Sistema Paese. Tra i settori su cui si concentrano i progetti delle aziende partecipanti: mobilità sostenibile, nutrizione, education e digitalizzazione, consumo e produzione responsabili e tracciabilità, inclusione anche lavorativa delle figure più fragili, assistenza e formazione per le persone interne ed esterne alle imprese ed empowerment femminile.

17 MAGGIO 2022

DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ, CULTURA E TURISMO

L’obiettivo è rendere, entro il 2026, il sistema infrastrutturale più moderno, digitale e sostenibile, intervenendo sul potenziamento delle reti di collegamento del Paese, sviluppando piattaforme a supporto di un sistema dei trasporti locali sempre più green e migliorando la qualità dell’abitare e delle infrastrutture sociali (rigenerazione urbana).

(United Nations SDGs: 8, 9, 10, 12, 17)

18 MAGGIO 2022

RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA

Gli obiettivi globali ed europei al 2030 e 2050 Puntano ad una progressiva e completa decarbonizzazione del sistema (‘Net-Zero’) e a rafforzare l’adozione di soluzioni di economia circolare, per proteggere la natura e garantire un sistema alimentare e produttivo rispettoso dell’ambiente. Le diverse componenti del pilastro mirano a migliorare la gestione del ciclo dei rifiuti e promuovere l’economia circolare, riducendo il divario tra Nord e Centro-Sud; incrementare l’utilizzo di energie rinnovabili, con particolare attenzione alla mobilità sostenibile e alla decarbonizzazione di alcuni settori industriali; innovare le filiere produttive attraverso lo sviluppo di supply chain che consentano di ridurre la dipendenza dall’import di tecnologie; migliorare l’efficientamento energetico incrementando il livello di efficienza degli edifici; lavorare su meccanismi di salvaguardia e tutela del territorio.

(United Nations SDGs: 7, 11, 12, 13)

18 MAGGIO 2022

RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA

Gli obiettivi globali ed europei al 2030 e 2050 Puntano ad una progressiva e completa decarbonizzazione del sistema (‘Net-Zero’) e a rafforzare l’adozione di soluzioni di economia circolare, per proteggere la natura e garantire un sistema alimentare e produttivo rispettoso dell’ambiente. Le diverse componenti del pilastro mirano a migliorare la gestione del ciclo dei rifiuti e promuovere l’economia circolare, riducendo il divario tra Nord e Centro-Sud; incrementare l’utilizzo di energie rinnovabili, con particolare attenzione alla mobilità sostenibile e alla decarbonizzazione di alcuni settori industriali; innovare le filiere produttive attraverso lo sviluppo di supply chain che consentano di ridurre la dipendenza dall’import di tecnologie; migliorare l’efficientamento energetico incrementando il livello di efficienza degli edifici; lavorare su meccanismi di salvaguardia e tutela del territorio.

(United Nations SDGs: 7, 11, 12, 13)

19 MAGGIO 2022

INFRASTRUTTURE PER UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE

L’obiettivo è rendere, entro il 2026, il sistema infrastrutturale più moderno, digitale e sostenibile, intervenendo sul potenziamento delle reti di collegamento del Paese, sviluppando piattaforme a supporto di un sistema dei trasporti locali sempre più green e migliorando la qualità dell’abitare e delle infrastrutture sociali (rigenerazione urbana).

RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA

Il quarto pilastro intende promuovere servizi educativi di qualità, riducendo il tasso di abbandono scolastico e i divari territoriali presenti in questo ambito; introdurre interventi mirati per ridurre il missmatch tra istruzione e domanda di lavoro, intervenendo sull’erogazione di un’offerta formativa in linea con le esigenze delle imprese; aumentare gli investimenti in R&S per arginare il fenomeno della cosiddetta “fuga dei cervelli” e rendere il nostro Paese attrattivo per profili internazionali.

(United Nations SDGs: 11, 4)

20 MAGGIO 2022

INCLUSIONE E COESIONE

Al centro del quinto pilastro troviamo le iniziative di sostegno all’empowerment femminile e al contrasto alle discriminazioni di genere, di incremento delle prospettive occupazionali dei giovani, di riequilibrio territoriale e sviluppo del Mezzogiorno e delle aree interne per favorire lo sviluppo di un’economia basata sulla conoscenza attraverso investimenti in attività di upskilling, reskilling e life-long learning.

(United Nations SDGs: 5, 10)

20 MAGGIO 2022

INCLUSIONE E COESIONE

Al centro del quinto pilastro troviamo le iniziative di sostegno all’empowerment femminile e al contrasto alle discriminazioni di genere, di incremento delle prospettive occupazionali dei giovani, di riequilibrio territoriale e sviluppo del Mezzogiorno e delle aree interne per favorire lo sviluppo di un’economia basata sulla conoscenza attraverso investimenti in attività di upskilling, reskilling e life-long learning.

(United Nations SDGs: 5, 10)

23 MAGGIO 2022

SALUTE

L’emergenza Covid-19 ha messo ulteriormente in evidenza l’importanza della salute e di un Sistema Sanitario Nazionale moderno ed efficiente. Il sesto pilastro sarà dedicato allo sviluppo di reti di prossimità, strutture intermedie e telemedicina per rafforzare la capillarità dell’assistenza sanitaria territoriale; e all’innovazione, ricerca e digitalizzazione del servizio sanitario nazionale, attraverso il rinnovamento delle strutture tecnologiche e digitali esistenti e l’adozione di più efficaci sistemi informativi per migliorare l’attività a supporto dei pazienti.

(United Nations SDGs: 3)

24 MAGGIO 2022

“HUB QUARTER ECOSYSTEM – Connettere i luoghi della città per moltiplicare
le esperienze di lavoro e formazione”

Nell’epoca del remote working, migliaia di persone ogni giorno cercano soluzioni di spazi ibridi e accessibili in cui poter lavorare. Nello stesso tempo, nelle stesse città, migliaia di metri quadri di edifici restano vuoti e inutilizzati. Con Hubquarter
abbiamo l’opportunità di ricucire gli spazi urbani con i percorsi quotidiani delle persone: tutta la città, con i suoi diversi luoghi abilitati e connessi, diventa un catalogo di esperienze per vivere il lavoro e la formazione in modo diffuso. I quartieri tornano ad essere attrattivi, le aziende moltiplicano i loro access point aumentando l’engagement delle persone, i territori tornano a respirare, liberati dal traffico e dalle emissioni di CO2. La dimensione dell’abitare a 15 minuti si integra con la prospettiva di poter riscoprire l’anima e la vocazione dei luoghi: scelgo dove andare in base all’esperienza che mi è più congeniale o che mi arricchisce di più. Uno spazio frequentato e collegato con il mondo è uno spazio che insegna, che accresce le relazioni e le competenze. E di spazi così, la città è piena!

powered by eFM

24 MAGGIO 2022

“HUB QUARTER ECOSYSTEM – Connettere i luoghi della città per moltiplicare
le esperienze di lavoro e formazione”

Nell’epoca del remote working, migliaia di persone ogni giorno cercano soluzioni di spazi ibridi e accessibili in cui poter lavorare. Nello stesso tempo, nelle stesse città, migliaia di metri quadri di edifici restano vuoti e inutilizzati. Con Hubquarter abbiamo l’opportunità di ricucire gli spazi urbani con i percorsi quotidiani delle persone: tutta la città, con i suoi diversi luoghi abilitati e connessi, diventa un catalogo di esperienze per vivere il lavoro e la formazione in modo diffuso. I quartieri tornano ad essere attrattivi, le aziende moltiplicano i loro access point aumentando l’engagement delle persone, i territori tornano a respirare, liberati dal traffico e dalle emissioni di CO2. La dimensione dell’abitare a 15 minuti si integra con la prospettiva di poter riscoprire l’anima e la vocazione dei luoghi: scelgo dove andare in base all’esperienza che mi è più congeniale o che mi arricchisce di più. Uno spazio frequentato e collegato con il mondo è uno spazio che insegna, che accresce le relazioni e le competenze. E di spazi così, la città è piena!

powered by eFM

SCOPRI DI PIU’ SU CEOforLIFE

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist